martedì 21 marzo 2017

Primavera

E' primavera, alla fine di questa settimana entrerà in vigore l'ora legale, ci sarà più luce alla sera e ricominceremo ad uscire in bici regolarmente durante la settimana.
Ci vuole, ho bisogno di scrollarmi di dosso il torpore invernale che quest'anno sento più pesante del solito.
Sto nuotando poco perche purtroppo mi fa male la mano infortunata. E' un problema al tendine che non riesco a risolvere e che si presenta dopo 1000/1500 metri di nuoto e non passa.
Ora sono fermo da una settimana ma sento che la mano non è guarita e il tendine è ancora infiammato.
So per esperienza che le infiammazioni ai tendini sono cose lunghe, speriamo si risolva senza farmi dannare.
Comunque domani mattina nuoto lo stesso al mattino presto prima di colazione.
Sabato bella uscita in bici con ripetute in salita sulla calogna. Alla fine 110km con discrete sensazioni.
Bene.
Stasera ultimo incontro con coach Vedana in pista per l'allenamento di corsa. I suoi consigli sono sempre utili e mirati al miglioramento della tecnica, certo che per me cambiare meccanica di corsa dopo 40 anni che corro così è un po' dura...ma farò del mio meglio.
Le previsioni danno maltempo da domani fino a sabato, mi concentrrò sulla corsa.
Buon allenamento!


giovedì 16 marzo 2017

Dubbio

Come dice ogni programma meteo che guardo, ci sono
"Temperature alte rispetto alla media del periodo".
Questo we sono infatti finalmente uscito con l'abbigliamento estivo, anzi sotto corto e sopra maglia lunga ma non invernale.
Ed è stato perfetto!
Ho fatto il primo lungo vero, giro del lago d'Orta, 140 km. Eravamo solo in 5 (tutti più "in gamba" di me) e quindi anche la scia non era da gruppone.
Fatica da morire, percorso ondulato, gli ultimi 20km sono stati una vera e propria sofferenza!
Comunque sono arrivato a casa soddisfatto e consapevole di aver fatto un buon lavoro per risvegliare le gambe dopo più di un anno che non superavo i 110km.
Ora non bisogna fermarsi ma continuare a macinare km, in fondo io devo solo allenare bene la distanza, non devo per forza andare veloce come un missile. Non ho obiettivi ti tempo, voglio solo chiudere bene l'Ironman.
Mi sono però reso conto che devo rieducare il mio fisico agli sforzi prolungati perche in effetti lunedi ero un ectoplasma, mi sentivo spiaccicato come una medusa fuori dall'acqua!
Ho nuotato per defaticare, poi martedi nell'allenamento di corsa in pista ho fatto veramente fatica a fare 10km e ieri in bici sentivo ancora che le gambe erano intasate dallo sforzo del we.
Insomma pensavo di essere più preparato.
Quindi mi sorge spontaneo il dubbio che forse non ce la faccio a preparare un Ironman entro Agosto. Su una scala di 100 pensavo che, essendo comunque allenato, non sarei partito proprio da zero, ma diciamo da ventitre, invece mi sa che devo riconsiderare un po' tutto quanto!
Sto seriamente valutando di fare il mezzo, e devo decidere in fretta perche ormai è giunto il momento di iscriversi!
Stanotte ci penso...




giovedì 9 marzo 2017

Formula 1 e utilitaria

Mi ha fatto riflettere una frase che ci ha detto coach Vedana settimana scorsa quando è venuto in pista da noi per un allenamento collettivo.
Rispondendo ad alcuni di noi che in varie riprese dicevano "si ma Frodeno fa questo..." "Gomez fa quest'altro..." "Brownlee corre così..." ecc ecc... ad un certo punto ha detto.
Non dovete pensare ai professionisti, loro sono delle macchine da Formula 1, voi delle utilitarie.
Visualizzate mentalmente una Formula 1 ed una utilitaria. La vedete bene da voi la differenza.
Certo, tutte e due hanno le ruote, il volante e i pedali, ma tutto il resto è completamente diverso.
Ed è proprio così, è bello ispirarsi a questo o quel campione, ma non possiamo pensare di imitarne gli allenamenti o tentare di mantenere quei carichi di lavoro.
Purtroppo sono solo una Panda e non una SF70-H e non ho bisogno di uno specchio per rendermene conto!
Lo scorso we l'ho dedicato alla corsa, giro del lago di varese, 28km di un fatica bestialeee!
Ne avevo solo per una ventina e gli ultimi 8 sono stati una sofferenza. In particolare gli ultimi 2km sono stati la morte in persona che con la sua falce mi colpiva le gambe all'altezza delle ginocchia...che male!!!
Il mio giro del lago

Lunedi ho recuperato in palestra con stretching (non lo faccio mai!) e martedi corsetta defaticante di 9km e ancora stretching.
Stamattina ero libero e sono uscito in bici con un bel gruppetto, 80km a 30km/h di media.
Soddisfatto.
Domani corsa in pista e questo fine settimana se il tempo tiene, bici.
Un aggiornamento sul nostro amico Diego, purtroppo è ancora in rianimazione e la prognosi è ancora riservata. E' stabile e sembra che domani lo risveglino.
Forza Diegasso!


martedì 7 marzo 2017

Forza Diegasso!

Domenica non sono uscito in bici.
Avevo già deciso in settimana, basandomi sulle pessime previsioni meteo, di fare un lungo di corsa e quindi non mi sono nemmeno posto il problema dell'uscita in bici. Sapevo che qualcuno avrebbe fatto la randò di Nerviano e altri il solito giro verso il lago.
Domenica mattina in realtà il meteo era buono, ma ormai ero pronto per la corsa e cosi ho fatto.
Al mio rientro ho saputo, purtroppo, di un grave incidente occorso ad uno dei nostri atleti proprio alla Randò di Nerviano.
Tutti noi ciclisti sappiamo che la caduta, o peggio, l'incidente, sono possibili ma cerchiamo di nascondere questa eventualità in qualche angolo del cervello altrimenti sarebbe impossibile affrontare ogni volta il pericolo.
Purtroppo alle volte succede e fa sempre male, ma fa ancora più male e ti riempie di angoscia quando capita ad un tuo compagno di allenamento, ad un atleta che ha corso al tuo fianco per km e km, ad un atleta, ad un amico!

FORZA DIEGASSO, E' IL MOMENTO DI PEDALARE PIU' FORTE CHE PUOI

giovedì 2 marzo 2017

Allungare le distanze

Ed è arrivato anche Marzo che porta con se più luce e il sorriso del disgelo.
Ci sarà qualche pioggia in più ma sicuramente le temperature più alte e le giornate più lunghe permetteranno uscite più confortevoli per tutti gli atleti endurance.
Per me questo sarà il mese in cui costruirò il fondo, le fondamenta su cui basare tutto l'allenamento per l'Ironman.
E' molto importante abituare il fisico allo sforzo prolungato e bisogna farlo con metodo ed attenzione altrimenti non si hanno le basi per fare i lavori di aumento e mantenimento della velocità. E io voglio arrivare ad Aprile con un buon fondo atletico che mi dia tranquillità.
Molti lunghi e molti km da mettere nelle gambe quindi, sia in bici che di corsa.
Ho gia cominciato domenica scorsa con un bel 110km in bici e domenica prossima ho in programma 25km di corsa...
Questa settimana, lunedi leggera sessione di nuoto defaticante, martedi corsa 13km, ieri doppio, nuoto al mattino a digiuno 2300mt e poi 10km di corsa in pausa pranzo con il mitico coach Giò, oggi nuoto in pausa pranzo 2100mt e domani doppio, nuoto al mattino a digiuno e corsa alla sera.
Questo we probabilmente pioverà e io mi sono programmato un lungo di corsa, almeno 25km.
Sicuramente sacrificherò il nuoto in questo mese (mi scade anche l'abbonamento e non so se lo rinnovo alla Manara) ma tanto ho capito che sono una sega e quindi ho fatto questo ragionamento: perchè mi devo ammazzare di fatica in piscina e soffrire come un'alborella con allenamenti intensissimi per andare a 1:45" sui 100mt ed essere sfinito? Posso benissimo allenarmi solo sulla distanza e andare tranquillo a 1:52...risparmiando un sacco di fatica! Non saranno mica quei 7 secondi a rovinarmi...
Ma noi triathleti siamo MASOCHISTI...
E vabbè, buon allenamento a tutti




martedì 21 febbraio 2017

Coach Vedana

Weekend molto produttivo a partire da venerdi sera perchè è stato organizzato un incontro alla pista di atletica con Fabio Vedana che ha tenuto un allenamento di gruppo per noi atleti ARC.
Devo dire che è stato utile e costruttivo, ci ha fatto correre poco, ma ci ha dato consigli utili e concreti per migliorare da subito la nostra meccanica e tecnica di corsa.
La differenza si percepisce immediatamente in quanto i muscoli, soprattutto polpacci e schiena, lavorano in modo differente e già dopo un solo giro di pista li senti doloranti.
Ora, la parte difficile è mantenere e metabolizzare questo cambiamento fino a quando non diventerà la mia naturale postura motoria nella corsa.
Vi garantisco che non è facile e ci vuole molta concentrazione!
Comunque, ci siamo trovati molto bene, tanto da far diventare questo appuntamento fisso almeno un paio di volte al mese.
Sabato combinato, giro delle vigne in bici più 6km do corsa.
Buone sensazioni considerato che non facevo un combinato da qualche mese.
Domenica mattina sono uscito in bici con il gruppo folle del Rouge, l'ultima volta che sono uscito con loro ero nel momento di massima forma due anni fa e ho fatto una fatica epica, ieri mi hanno tirato il collo sin dalla partenza. Ho tenuto una 60ina di km e poi mi sono mestamente staccato.
Comunque buon allenamento.
Intanto ho finalmente rinnovato il tesseramento FITRI e presto mi arriverà il nuovo costume della società (ne avevo bisogno).
Settimana scorsa ho anche fatto una visitina a Piero, mio fornitore ufficiale di integratori, Professional Nutrition e ho comprato qualche integratore base tipo Omega3, vitamine e proteine del siero del latte. E' istruttivo parlare con un esperto del settore come lui,
Acquisti dal Piero

Stasera sessione di corsa in pista, domani doppio nuoto più bici
Buon allenamento a tutti!

giovedì 16 febbraio 2017

Post San Valentino

E poi lentamente, molto lentamente,
dimentichi.
Le persone, quelle che sembravano indelebili sbiadiscono a poco a poco.
Dimentichi.
Li dimentichi tutti quanti.
Persino quelli che dicevi di amare
e quelli che amavi veramente.
Sono gli ultimi a scomparire.
E una volta che hai scordato abbastanza,
puoi amare di nuovo qualcun altro.

                                                      (Gabrielle Zevien)







martedì 14 febbraio 2017

Debolezza

Passato questo weekend umido e freddino e finalmente è passata anche l'influenza che però mi ha lasciato un senso di debolezza e stanchezza...
Non sono molto soddisfatto della preparazione svolta fino ad oggi.
Per un motivo o per l'altro non sono mai riuscito a dedicarmi completamente all'allenamento e sento fisicamente che mi manca il fondo sia in bici che di corsa. Diciamo che mi sento nelle gambe al massimo 10km di corsa e 80 di bici, mentre dovrei essere almeno al doppio di corsa e sopra ai 100 di bici...!
Vabbè, le cose quasi mai vanno come ce le siamo pianificate. Meno male che da domani il meteo è previsto in miglioramento e le temperature si dovrebbero alzare di parecchio permettendo uscite più lunghe in bici.
Spero, da ora, di proseguire senza intoppi, perchè portare a termine un Ironman è questione soprattutto di testa e bisogna arrivare al giorno della gara convinti di avere fatto la giusta preparazione altrimenti parti già ad handicap.
Da questa settimana abbiamo cambiato il giorno di allenamento di corsa in pista da mercoledi a martedi causa sovraffollamento della pista...speriamo di trovare più spazio.
Oggi doppio, nuoto + corsa e domani bici.
Da questo fine settimana comincio ad inserire dei combinati bici+corsa per riabituare il fisico al cambio meccanico di movimento, credo di cominciare sabato con un 50km+5km.
Oggi è San Valentino, auguri a tutti gli innamorati e, certo, anche all'Amore!

venerdì 10 febbraio 2017

www.activeo.it

Da due giorni ho l'influenza, mal di gola e forte raffreddore, sto andando avanti a forza di tachipirina...
Martedi lavoro di potenza in bici con ripetute sulle partenze da fermo con il rapportone, non faccio spesso questi lavori in bici e devo dire che le gambe si affaticano molto. Vuol dire che lavorano bene!
Mercoledi sera abbiamo fatto un ottimo allenamento di qualità per la corsa:
3000 + 2000 + 1000 + 2000 + 1000
a ritmi crescenti da 4:20 a 4:00 al km.
Ieri non sono riuscito a fare nulla, ero proprio ko!
Oggi se riesco corricchio in pausa pranzo e spero di riprendermi per il weekend.
Vi segnalo questo sito:
www.activeo.it
E' un materasso nuovo e innovativo studiato per gli atleti, favorisce l'ossigenazione del sangue durante il sonno.
E' realizzato in Celliant, una speciale fibra tecnologica che si attiva con la temperatura del corpo e reagisce ai raggi infrarossi ed è in grado di restituire energia ai muscoli.
La linea di prodotto comprende anche un topper e un guanciale.
Credo che l'idea di non sprecare l'energia che produciamo durante la notte, ma di ottimizzarla al massimo facendola riassorbire ai muscoli, sia veramente ottima.
Vale la pena di approfondire, vi farò sapere, intanto fatevi un giro sul sito.

lunedì 6 febbraio 2017

Aranciolona sotto la pioggia

Fine settimana denso di allenamento.
Venerdi sera corsa in pista con variazioni di ritmo
2x2000 a 4:20 +
2x1000 a 4:10 +
2x500 a 4:00
Un lavoro veramente pesante che mi ha lasciato le gambe indolenzite.
Sabato mattina tempo grigio e piovoso, sono andato in piscina, tra l'altro piena all'inverosimile perche chiudeva alle 11...!
Comunque sono riuscito a fare un 2200 nel traffico come sugli autoscontri...dopodichè sono sceso in palestra per un pochino di tonificazione con i pesi e mezz'oretta di stretching.
Domenica mattina la tradizionale Aranciolona, dopo tutta la settimana di pioggia mi aspettavo un terreno pesantissimo, ma in realtà non è stato neanche malaccio.
Il terreno ha drenato bene e solo un paio di punti erano veramente fangosi, ma bastava fare un poco di attenzione e correre sui bordi per non impantanarsi.
Nonostante le scorie nelle gambe del lavoro duro di venerdi, ho fatto il percorso lungo.
Il paesaggio sempre bello e l'organizzazione comunque ottima, fanno di questa gara una gioia della fatica.
Sempre presente!
Oggi solo stretching e poi nel pomeriggio ho la visita medico sportiva per rinnovare tutte le iscrizioni e i vari tesseramenti alle federazioni triathlon, ciclismo e atletica leggera...pensandoci bene già solo di tesseramenti e visita medica partono un bel 200 eurini, e poi le iscrizioni alle gare diventano sempre più care!
Ad esempio, la prima gara che vorrei fare, il duathlon sprint di Lecco, costa 35 euro! per non parlare delle gare più lunghe come gli Olimpici e per finire con gli Ironman che ormai sono diventati vere e proprie macchina da business...
Insomma alla fine tutti pensano al profitto, e i principi e i valori educativi decubertiani legati allo sport sono solo nostalgie del passato...
Pierre De Coubertin
Questa settimana spero che il meteo migliori e di uscire in bici, devo mettere km e km nelle gambe!
Buon allenamento a tutti!